L’agroalimentare rappresenta un settore cardine dell’economia del Paese e in particolare dell’Emilia-Romagna, per l’elevato grado di specializzazione, la presenza di numerosi prodotti DOP e IGP ed un livello di export di primo piano. Il settore copre tutta la filiera “from farm to fork” nell’accezione più ampia del termine: dalla materia prima alla tavola del consumatore, includendo i sistemi informativi, le macchine e gli impianti per il processo e il confezionamento alimentare, la logistica dei trasporti, la valorizzazione dei sottoprodotti e degli scarti.

Il Clust-ER Agroalimentare è una associazione privata di soggetti pubblici e privati: centri di ricerca, imprese, enti di formazione che condividono competenze, idee, strumenti e risorse per sostenere la competitività del settore.

La Regione Emilia-Romagna ha identificato nei Clust-ER i soggetti in grado di moltiplicare le opportunità di innovazione attraverso un approccio collaborativo: i Clust-ER focalizzano la propria attività nei settori strategici individuati dalla Regione Emilia-Romagna e su cui convergono le politiche di sviluppo e innovazione regionali.

VALUE CHAIN

Il Clust-ER concentra la sua azione su 4 linee strategiche di ricerca e innovazione attraverso gruppi di lavoro rappresentativi del sistema agroalimentare dell’Emilia-Romagna:

  • agricoltura sostenibile e di precisione per rafforzare la sostenibilità economica e ambientale delle produzioni regionali
  • integrità e qualità nutrizionale, per promuovere sicurezza, qualità, autenticità e tracciabilità degli alimenti, valutandone il ruolo per la salute umana
  • processi, impianti, macchine e packaging, per migliorare la qualità degli alimenti e incrementare sostenibilità e competitività.
  • valorizzazione di sottoprodotti e scarti nel settore agrifood, per migliorare la sostenibilità produttiva e ambientale dei processi agroalimentari.

OBIETTIVI STRATEGICI

I Clust-ER articolano la propria attività sulle Value Chain più rilevanti per il sistema industriale regionale, ed hanno come obiettivo prioritario la definizione di roadmap tecnologiche e la promozione di una progettualità strategica di elevato impatto, in grado di sostenere la competitività delle principali filiere regionali. Ai Clust-ER la Regione Emilia-Romagna ha chiesto di individuare gli obiettivi strategici prioritari per ciascun ambito di specializzazione della S3 e con riferimento alle singole Value Chain, obiettivi che costituiranno le priorità su cui focalizzare gli interventi regionali nell’ultimo triennio della programmazione 2018-2020. Qui di seguito l’elenco degli Obiettivi Strategici del Clust-ER Agroalimentare.

Value Chain SOSFARM – Agricoltura sostenibile e di precisione

Agricoltura Resiliente e Clima-Intelligente (RCSA)

Gestione di “precisione” delle produzioni vegetali e animali

IoT e Big data per generare elementi di conoscenza indispensabili alla gestione di processi produttivi sempre più sostenibili

Value Chain INQUAN – Integrità e qualità nutrizionale, per promuovere sicurezza, qualità, autenticità e tracciabilità degli alimenti, valutandone il ruolo per la salute umana

Alimenti con maggiore sicurezza, durabilità, impatto funzionale e qualitativo

Tecniche di controllo avanzate per la sicurezza e la tracciabilità alimentare

Value Chain PRIMPACK – Processi, impianti, macchine e packaging, per migliorare la qualità degli alimenti e incrementare sostenibilità e competitività

Innovazione dei processi tecnologici, impianti e materiali industriali, per aumentare la sostenibilità e la competitività dei prodotti alimentari

Applicazione di sistemi avanzati per la digitalizzazione dei processi alimentari

Value Chain SPES – Valorizzazione di sottoprodotti e scarti agroalimentari, per incrementare la sostenibilità, sia economica che ambientale, dei processi produttivi agroalimentari

Valorizzazione diretta ed indiretta degli scarti, dei sottoprodotti e dei coprodotti di agricoltura, allevamento ed acquacoltura verso le filiere alimentari e mangimistiche

Valorizzazione dei sottoprodotti e dei coprodotti di agricoltura, allevamento ed acquacoltura mediante sviluppo di bioraffinerie o processi estrattivi innovativi per la produzione di composti chimici e materiali di interesse per settori industriali non-food e non-feed

Valorizzazione di sottoprodotti e scarti dal settore agricoltura, allevamento ed acquacoltura in prodotti energetici ed in biometano

ORGANIGRAMMA

Consiglio Direttivo

Presidente

Angelo Stavro Vittorio Zambrini – Università Cattolica di Piacenza

Vicepresidente

Arnaldo Dossena – Università di Parma

Componenti:

Massimo Ambanelli – Hi Food

Andrea Antonelli – Università di Modena e Reggio Emilia

Francesco Capozzi – Università di Bologna

Alvaro Crociani – CRPV

Silver Giorgini – Orogel

Stefano Romei – CFT Group

Roberta Virgili – SSICA

Coordinamento operativo:

Marco Foschini (Clust-ER Manager)

Célia Gavaud (Responsabile Sviluppo Europeo ed Internazionale)

STATUTO

Ecco lo Statuto del Clust-ER Agroalimentare della Regione Emilia-Romagna: potete scaricare il documento originale da questo link.

OBBLIGHI DI PUBBLICITÀ E TRASPARENZA PER I CONTRIBUTI PUBBLICI

L’associazione Clust-ER Agroalimentare (Codice Fiscale 91399910370) ha ricevuto i seguenti contributi pubblici:

  • Soggetto erogante: Regione Emilia-Romagna; Progetto: Sviluppo della Strategia di Specializzazione Intelligente dell’Emilia-Romagna, Legge 124/2017; Contributo alle Associazioni Clust-ER; Fondi POR FESR, CUP E33B17000020009; Somme incassate: € 35.878,78 € (27.09.2018, 1° semestre 2018); € 45.891,20 (30.05.2019, 2° semestre 2018); € 37.027,49 (20.09.2019, 1° semestre 2019); € 45.217,35 (04.08.2020, 2° semestre 2019);
  • Soggetto erogante: Regione Emilia-Romagna; Progetto: Voucher Internazionalizzazione 2018, DGR 1215 del 30.07.2018; somma incassata: € 7.192,91 (13.06.2019); CUP: E35F18001020002;
  • Soggetto erogante: Regione Emilia-Romagna; Progetto: Voucher Internazionalizzazione 2019, DGR 270 del 18.02.2019; somma incassata: € 11.294,12 (04.05.2020); CUP: E34E19001060002.

Gli altri Clust-ER

I Clust-ER sono 7 e operano per sostenere la competitività dei principali settori produttivi dell’Emilia-Romagna, su cui convergono le politiche di sviluppo e innovazione regionali.
Nei Clust-ER i laboratori di ricerca e i centri per l’innovazione della Rete Alta Tecnologia si integrano con il sistema delle imprese e con quello dell’alta formazione per costituire delle masse critiche interdisciplinari per moltiplicare le opportunità e sviluppare una progettualità strategica ad elevato impatto regionale.

Sono uno degli attori fondamentali dell’ecosistema regionale dell’innovazione coordinato da ASTER, la società consortile dell’Emilia-Romagna per l’innovazione e il trasferimento tecnologico. In collaborazione con le imprese, i Tecnopoli, i Laboratori della Rete Alta Tecnologia, i Centri per l’innovazione e il Sistema della formazione, contribuiscono allo sviluppo della regione.

I Clust-ER della regione Emilia-Romagna sono parte del progetto Clust-ER promosso da ASTER e sono finanziati dai Fondi europei della Regione Emilia-Romagna - POR FESR 2014-2020.

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?

Cliccando su iscriviti dichiari di aver letto l'informativa e acconsenti al trattamento dei Dati Personali per l'esecuzione della richiesta effettuata al Titolare del sito

I Clust-ER sono finanziati dai Fondi europei della Regione Emilia-Romagna - POR FESR 2014-2020